Nero, il gatto di Parigi

16 Mar 2019
11:00
Sala Doris Lessing

Nero, il gatto di Parigi

Nel 1976 Osvaldo Soriano lascia Buenos Aires insieme alla sua famiglia, in seguito all’instaurarsi in Argentina della dittatura. Nella fuga, i Soriano non possono portare l’amata gatta Pulqui. Trovano una nuova casa a Parigi, che però si rivela un luogo inospitale per il figlio Manuel, che non conosce la lingua, non ha amici e, soprattutto, non ha la sua Pulqui. Ed è a questo punto che compare il gatto Nero che accompagnerà il suo giovane amico a conoscere, e ad amare, Parigi. Il testamento spirituale di Osvaldo Soriano a suo figlio, per la prima volta pubblicato in Italia.

Alessandro Raveggi dialoga con Laura Pezzino.

A cura di

Liberaria