Leggere lo spazio, leggere il tempo

20 Ott 2019
17.00-18:00
Sala Storia Patria

Leggere lo spazio, leggere il tempo

Gli spazi urbani sono un amalgama di segni, alcuni più immediatamente chiari, altri meno evidenti. Trovare un modo per leggere lo spazio vuol dire mettersi nelle condizioni di leggere il tempo, di decifrare i connotati di un’epoca, di comprenderli e criticarli. In La buona educazione degli oppressi (Alegre) e in Lo stradone (Ponte alle Grazie), Wolf Bukowski e Francesco Pecoraro descrivono quella tessitura complessa e contraddittoria che è la città, concentrandosi in particolare sui fenomeni che hanno a che fare col decoro e col degrado. E così, raccontando una strada, una piazza, una fioriera o l’interno di un bar, ci chiariscono come sono fatti i tempi che stiamo vivendo. Modera l’incontro Michele Vaccari.

A cura di

BOOK PRIDE