Haim Fabrizio Cipriani, Schiudi le mie labbra. La via della preghiera ebraica

20 Ott 2019
15:00-16:00
Sala Storia Patria

Haim Fabrizio Cipriani, Schiudi le mie labbra. La via della preghiera ebraica

Pregare, nella cultura dell’Occidente, è considerato l’atto «religioso» per antonomasia, rivolto a un’entità divina. Nell’ebraismo la preghiera prende sfumature diverse. In ebraico il verbo «pregare» – spiega Cipriani, unico rabbino italiano membro del Collegio rabbinico progressivo europeo – significa letteralmente «autogiudicarsi», e la scelta dei testi liturgici è stata operata dai Maestri in modo da costruire un cammino di riflessione e costruzione dell’identità individuale e collettiva. Attraverso questo cammino è dato di «schiudere le proprie labbra», espressione dei Salmi che evoca la possibilità di trascendere i condizionamenti e realizzarsi pienamente.

L’autore Fabrizio Cipriani dialoga con William Jourdan, pastore della Chiesa valdese di Genova.

A cura di

Giuntina