Eva Baltasar, Permafrost

19 Ott 2019
17:00-18:00
Sala Liguria

Eva Baltasar, Permafrost

Una donna con costanti e maldestre tendenze suicide, ritrae con scomoda perspicacia una società verso cui le risulta difficile conformarsi. Mentre alleva il desiderio di sparire e sopravvive ai vincoli familiari con disgusto e riluttanza, compone un monologo in prima persona esplicito, eccentrico, cinico, carico di sesso e di morte, eppure luminoso e ironico. Lo humor più nero diventa l’unica chiave di accesso al proprio nucleo più intimo, occultato sotto lo strato di ghiaccio permanente che dà il titolo all’opera.

Insieme all’autrice Eva Baltasar intervengono Silvia Neonato e la traduttrice Amaranta Sbardella.

A cura di

Nottetempo