Desiderare Nada

19 Ott 2019
17:00-18:00
Sala del Minor Consiglio

Desiderare Nada

Un giorno, su una spiaggia, una zingara legge il futuro a una giovane donna. Alla fine della predizione, enigmaticamente, la zingara dice la parola nada. La giovane donna non dimentica e, poco tempo dopo, Nada diventa il nome di sua figlia. Dal suo debutto a Sanremo nel 1969 – il brano era «Ma che freddo fa» – fino a È un momento difficile, tesoro, suo ultimo album, Nada Malanima si è rivelata tra le nostre maggiori interpreti, confrontandosi con la scrittura sia in ambito musicale che letterario. La sua voce – nitida, bassa, scura, salda e vulnerabile – ha attraversato cinque decadi facendoci sentire quanto il desiderio – vale a dire qualcosa di chiaro ed enigmatico come la parola nada – possa essere selvatico.  Modera l’incontro Giordano Meacci.

A cura di

BOOK PRIDE